Unghie gialle: cause e rimedi fai da te

Smalti aggressivi, fumo e cattiva alimentazione possono far diventare le unghie gialle: ecco alcuni rimedi.

0
13
unghie gialle

Le unghie gialle sono un inestetismo molto comune e dalle molteplici cause. Spesso sono da addebitare a solventi scadenti, smalti aggressivi o unghie stressate. Quando il problema perdura per periodi molto lunghi può trattarsi invece di patologie legate al fegato, ad esempio. In questi casi è bene rivolgersi al medico o a specialisti. Di seguito alcuni rimedi efficaci e veloci per intervenire tempestivamente contro le unghie gialle.

Primo soccorso per le unghie gialle

Le unghie gialle sono la brutta sorpresa che si può trovare all’indomani di una bella manicure dai colori scuri e intensi, oppure di un semi-permanente. Le unghie, sottoposte a trattamenti aggressivi, smalti carichi o solventi di bassa qualità possono “reagire” diventando gialle. Tutto questo anche nonostante l’applicazione del base coat. Il motivo? L’unghia può essere porosa e quindi assorbire quantità di smalto eccessive nonostante la barriera protettiva, specie se si applicano smalti rossi, viola o neri. In altri casi il danno può essere causato successivamente quando in fase di rimozione dello smalto si usa un solvente a base di formaldeide, molto aggressivo con le unghie. Il primo intervento per rimediare alle unghie gialle potrà essere di interrompere temporaneamente l’applicazione di smalti scuri e optare per i nude, in attesa che l’inestetismo sparisca.

Unghie gialle, sì ai rimedi fai da te

Se le unghie gialle persistono è necessario intervenire più severamente ma con rimedi fai da te. Il primo consiste nel miscelare limone e bicarbonato con acqua calda, poi immergere e lasciare 10 minuti circa a mollo le dita. In alternativa potete strofinare direttamente le unghie all’interno di mezzo limone ricordando però di idratare le unghie subito dopo con dell’olio di oliva. Ancora niente? Da provare allora con 3 cucchiai di bicarbonato e 1 di acqua ossigenata al 3%; si crea un impasto da mettere sulle unghie e lavare con acqua dopo 3 minuti. Anche in questo caso il trattamento è un po’ aggressivo, perciò ricordarsi di passare olio o crema idratante sulle unghie. L’acqua ossigenata può essere miscelata in alternativa con l’acqua (rapporto 1:3) e lasciare le mani a mollo. Se avete a portata di mano pastiglie sbiancanti per le dentiere vanno bene anche quelle, ma se non amate i trattamenti shock via libera a smalti sbiancanti dalle tonalità azzurrine che contrastano il giallo dell’unghia.

Commenti