Smalti Opi Peru Collection: “Il colore incontra la cultura”

L'artigianato peruviano è protagonista dell'ultima collezione smalti Opi che ha convinto gli utenti senza risparmiare qualche critica

0
32
peru_opi_smalto

Il motto della campagna per l’ultima collezione smalti Opi è un inno e una celebrazione dell’artigianato peruviano con i suoi caratteristici colori. Durante il viaggio d’ispirazione che ha portato il marchio a creare la collezione di 12 smalti uscita ad agosto, la modella peruviana Juana Burga è stata la guida. Scelta come volto della campagna pubblicitaria è stata l’incarnazione dell’orgoglio per la sua bella nazione.

Il mondo a colori di Opi

Non è la prima collezione di Opi che ha come filo conduttore il colore. Qualche tempo fa si parlava di Lisbona, ora si viene trasportati oltreoceano a contatto con l’antichissima tradizione tessile praticata e indossata dalle donne indigene. Non solo arte e tradizione, ma anche paesaggi indimenticabili fatti di terra, sabbia e palazzi storici. I luoghi simbolo del Perù sono citati nei caratteristici nomi degli smalti: Lima Tell You About This Color, Machu Peach-U e Love You Just Be-Cusco. Così come i suoi animali: Alpaca My Bags e Yes, My Condor Can-do.

opi_perù_collezione_smalti
Collezione smalti Opi Perù: 12 colori

Collezione Opi Perù: caratteristiche tecniche

La collezione Opi Perù si caratterizza per smalti che vanno dal rosa al viola fino ai rossi intensi. Disponibili in 3 formule: GelColor, Infinite Shine Long-Wear e Nail Lacquer. Si possono acquistare anche nelle versioni mini pack da 4 pezzi: Infinite Shine e Nail Lacquer. La consistenza dello smalto è piuttosto fine perciò per ottenere una bella tonalità compatta si consigliano almeno 3 passate. Il marchio Opi ha pensato anche alla pubblicazione di video tutorial ispirati alle trame dei tessuti peruviani per realizzare nail art a tema uniche.

nail art_opi_perù
Nail art a tema: Collezione Opi Perù

Opinioni controverse

Nonostante il grande successo della campagna e le buone intenzioni alle spalle della collezione sul Perù, è arrivata anche qualche critica. La maggiore riguarda lo scarso uso della lingua spagnola per battezzare gli smalti. Se ne conta, infatti, solo uno: Como se Llama? I più accaniti si sono fatti qualche domanda a proposito dei dovuti riconoscimenti agli artigiani peruviani: avranno reso loro il giusto onore? Di certo sono stati moltissimi a sentirsi orgogliosi che il proprio Paese fosse entrato a far parte del magico mondo del beauty internazionale.

Commenti