Tutto sulla nail art: storia, tendenze ed idee

0
636
Beauty treatment photo of nice manicured woman fingernails holding nail file. Feminine nail art with nice pink and white nail polish.

La nail art, cioè l’arte di dipingere e decorare le unghie, nonostante si pensi che sia una passione esclusivamente moderna, nasce in Asia durante l’età del bronzo: in questo contesto, infatti, ebbe origine la decorazione delle unghie grazie alla tintura all’hennè ricavata dalla riduzione in polvere di alcune foglie essiccate.

Soltanto negli anni venti, però, grazie all’estetista Michelle Menard, la nail art si affermò così come noi la conosciamo oggi. Molto popolare ed alla moda era la moon manicure, che prevedeva di lasciare una mezzaluna alla base dell’unghia senza smalto. Negli anni settanta, invece, nasce la french manicure, con la quale le unghie diventano squadrate e terminano con una punta dipinta di bianco.

Arriviamo agli anni ottanta, quando le unghie vengono decorate con colori molto vistosi in seguito alla diffusione del cosiddetto effetto neon e alla diffusione della ricostruzione in gel o resine, che diventa un’abitudine molto diffusa, ma sono gli anni novanta, con la loro cultura grunge, che danno vita a smalti neri e brillantini affiancati dal rosso classico e dai colori pastello.

Oggi non è più così, non c’è più un’unica corrente di pensiero: si può scegliere di optare tra una vastissima gamma di stilli e possibilità per decorare le proprie unghie: dai motivi vistosi e spiritosi, a quelli più seri ed eleganti, fino ad arrivare ai fiori, personaggi dei cartoni animati, righe e pois. La regola del successo non risiede nella fantasia che si sceglie, ma nell’averle sempre ben curate ed originali.

Se quella che vi manca è l’ispirazione, potete cercarla tra le tantissime idee proposte dal web!

Commenti